Allegati Back

Annita Garibaldi Jallet

Annita, Constance, Beatrice Garibaldi è nata à Neuilly-sur-Seine (Francia) il 25 Maggio 1942. E' figlia unica di Sante e Beatrice Garibaldi. Sante era figlio di Ricciotti, quarto ed ultimo figlio di Giuseppe ed Ana Maria de Jesus Ribeiro, e di Harriet Constance Hopcraft.

Ha studiato a Bordeaux, dove si é laureata in Scienze Politiche (1963) ed in Diritto Pubblico (1964). Ha insegnato Diritto Costituzionale e Scienze Politiche nella stessa Università fino al 1985, e vi ha diretto o partecipato alla direzione di tesi e diplomi relativi alle istituzioni italiane e alla situazione dell'emigrazione italiana in Francia. In Italia, ha svolto dal 1985 il suo insegnamento presso le Università di Siena e Roma (LUISS) in Diritto Costituzionale comparato e Storia dell'integrazione europea.

Dai tempi della permanenza a Bordeaux, ha collaborato alle attività della associazioni italiane, attive in campo assistenziale (COASIT, COEMIT), culturali (Dante Alighieri, Association France-Italie) e di rappresentanza politica (nel CGIE, organo del Ministero degli Esteri, di nomina governativa dal 1994 al 2004) . Ha svolto in Francia e svolge tuttora in Italia compiti di responsabilità nelle associazioni impegnate per l'Unione Europea, per la parità Uomo-Donna, ed in politica con i partiti dell'area progressista.

E' stata nel luglio 2006 eletta Segretario Generale del Consiglio Italiano del Movimento Europea, organizzazione internazionale presente in tutti gli Stati dell'Unione Europea. Il Consiglio Italiano è stato presieduto fino a luglio da Giorgio Napolitano, ora Presidente della Repubblica Italiana, e ora presieduto dal Sen. Valerio Zanone.

Si è da sempre impegnata, anche in memoria di suo padre Sante Garibaldi nelle associazioni di reduci della Resistenza al nazifascismo in Italia e all'estero, in particolare dell'Associazione Nazionale Veterani e Reduci Garibaldini, di cui vice presidente nazionale e presiede la Sezione di Riofreddo e la Federazione delle Sezioni del Lazio.

Autore di numerosi saggi di politica, storia risorgimentale, istituzioni europee, storia delle donne, collabora dal 1985 con il Museo demoetnoantropologico di Riofreddo, sorto nella casa fondata da Ricciotti Garibaldi, in qualità di responsabile del settore relativo ai Garibaldi di Riofreddo. Vi anima il progetto "I Garibaldi dopo Garibaldi", che ha prodotto ricerche, mostre e convegni portati in Italia ed all'estero. Di recente ha pubblicato con i Prof. Ciuffoletti e Colombo : "I Garibaldi dopo Garibaldi - La tradizione famigliare e l'eredità politica" (Ed. Lacaita 2005), con il prof Colombo "Sante Garibaldi- 1885-1946" (Tip Fabreschi Subiaco 2006) dedicato alla figura di suo padre nel 60° anniversario della morte. Opera anche in collaborazione con i Musei garibaldini pubblici e privati, gli Istituti del Risorgimento e varie sedi di cultura garibaldina in Francia, Grecia, Uruguay, Brasile, ecc.

E' stata chiamata recentemente a fare parte del Comitato Nazionale Italiano per il Bicentenario della nascita di Giuseppe Garibaldi (2007) e collabora sul piano scientifico con il Comitato francese corrispondente.

Nominata nel 1999 Ispettore Onorario del Ministero dei Beni Culturali, è insignita dal 1965 della Stella della Solidarietà Italiana, distinzione destinata agli italiani all'estero, e della Croce al Merito Europeo dal 1980, oltre che della "Stella Garibaldina" e della Stella al Merito dello Stato di Santa Caterina (Brasile). E' investita da diverse cittadinanze onorarie, tra le quali quella della città di Garibaldi in Brasile.

E' sposata dal 1970 con Pierre Jallet e madre di tre figli, Anna Beatrice, Francesco Sante e Clara : essi sono il solo ramo della famiglia Garibaldi ad avere conservato la residenza nella casa di famiglia di Riofreddo.
La sua prima nipote, Alice Annita, figlia di Francesco Sante Jallet-Garibaldi e Linda Lhoste, è nata nell'ottobre 2004. La seconda, Emma Constance, figlia di Julien Bagilet e Clara Jallet-Garibaldi, è nata nell'agosto 2006.



Home
Progetto
Archivio
Scaffale
Links
Mappa

Sito a cura di Francesco Sante Garibaldi Scriveteci